Quando interrompere il monitoraggio specifico dell'antigene della prostata dopo la prostatectomia radicale - PSA

Quando interrompere il monitoraggio specifico dell'antigene della prostata dopo la prostatectomia radicale  PSA

Matsumoto K1, Komatsuda A2, Yanai Y2, Niwa N2, Kosaka T2, Mizuno R2, Kikuchi E2, Miyajima A2, Oya M2.

Sono stati analizzati  i dati di follow-up a lungo termine dopo la prostatectomia radicale per determinare quanto a lungo dovremmo seguire i pazienti nei quali il livello di antigene specifico della prostata sierico misurato mediante un test ultrasensibile era costantemente basso.

Sono stati  esaminati  retrospettivamente i dati clinico patologici per 582 pazienti consecutivi sottoposti a prostatectomia radicale aperta o laparoscopica tra il 1995 e il 2004, escludendo 4 pazienti sottoposti a terapia adiuvante. Sono stati  stratificati i pazienti in base all'antigene della prostata specifico a 3 e 5 anni dopo l'intervento chirurgico ed esaminato la successiva recidiva biochimica (aumento dell'antigene specifico della prostata a più di 0,2 ng / ml) durante il follow-up. Il follow-up medio è stato di 9.7 anni.

RISULTATI:

A 3 anni dopo l'intervento chirurgico, i livelli di antigene prostatico specifico sono stati misurati mediante un test ultrasensibile in 323 pazienti che non avevano avuto recidive biochimiche. In 187 pazienti con livelli di antigene specifici della prostata non rilevabili (meno di 0,01 ng / ml) i tassi di sopravvivenza libera da recidiva biochimica a 10 e 15 anni erano rispettivamente del 99% e del 96%. A 5 anni dall'intervento, l'antigene prostatico specifico è stato misurato in 315 pazienti mediante saggio ultrasensibile. In 162 pazienti con livelli di antigene specifici della prostata non rilevabili, i tassi di sopravvivenza libera da recidiva biochimica a 10 e 15 anni erano entrambi al 100%. In questo gruppo il livello di antigene prostatico specifico all'ultimo follow-up era inferiore a 0,01 ng / ml in 132 pazienti, da 0,01 a 0,03 ng / ml in 27 pazienti e 0,06 ng / ml, 0,07 ng / ml e 0,11 ng / ml in 1 paziente ogni.

CONCLUSIONI:

Questa revisione a lungo termine indica che se i pazienti hanno livelli di antigene specifici della prostata continuamente non rilevabili mediante un test ultrasensibile per 5 anni, il monitoraggio dell'antigene specifico della prostata può essere interrotto con un rischio estremamente basso di ricorrenza biochimica successiva.



Un caro saluto, Dr. Andrea Militello