Influenza dell'infezione da virus dell'immunodeficienza umana (HIV) e dell'epatite C (HCV) sugli esiti riproduttivi nelle coppie sierodiscordanti: studio caso-controllo - HIV

Influenza dell'infezione da virus dell'immunodeficienza umana (HIV) e dell'epatite C (HCV) sugli esiti riproduttivi nelle coppie sierodiscordanti: studio caso-controllo HIV

Riporto un interessante lavoro scientifico

 

Al giorno d'oggi, le coppie sierodiscordanti (DSC) con gli uomini con infezione da virus dell'immunodeficienza umana (HIV) o da virus dell'epatite C (HCV) hanno la possibilità di concepire in modo sicuro, dando alla luce un rischio minimo di infezione incrociata.

Obbiettivo

Per valutare l'impatto dell'infezione da HIV e HCV da uomo sui risultati delle tecnologie di riproduzione assistita (ART) in DSC, con uomini sieropositivi di HIV o HCV e partner negativi.

 

Materiali e metodi

Di 153 coppie: 24 nel gruppo 1 (uomini sieropositivi all'HIV), 60 nel gruppo 2 (uomini sieropositivi HCV) e 69 nel gruppo 3 (controlli). La procedura di lavaggio dello sperma è stata eseguita utilizzando un sistema a tre fasi. I cicli ICSI freschi sono stati condotti su HIV SDC, HCV SDC e controlli. Sono stati valutati i parametri seminali, il tasso di fertilizzazione (FR), il tasso di scissione (CR), il tasso di gravidanza per ciclo (PR / C), tasso di aborto, tasso di impianto (IR) e tasso di natalità vivo.

 

risultati

Tutti gli uomini sieropositivi hanno cariche virali non rilevabili al momento dell'inseminazione e entrambi i partner erano liberi da infezioni co-morbose. Il numero medio di embrioni trasferiti era 2.0 (IQR 1.0-3.0), senza differenze tra i gruppi. FR era significativamente ridotto in HIV e HCV SDC rispetto ai controlli (66%, 61% e 75%, rispettivamente, p <0,01). CR era simile tra i gruppi (p = 0,3). L'IR era del 12,1%, 11,1% e 14,1%, rispettivamente, nei tre gruppi (p = 0,30). PR / C era 21,7%, 17,6% e 20,2% in HIV, HCV e controlli, rispettivamente. Il tasso di natalità in diretta per ciclo è stato del 17,4%, 15,7% e 15,9%, rispettivamente. Non ci sono state differenze significative nelle gravidanze cliniche per ciclo, così come aborti spontanei e nati vivi (p = 0,30, 0,30, 0,60, rispettivamente).

conclusioni

La tecnica di lavaggio dello sperma con ICSI può generare un modo promettente per migliorare i risultati della gravidanza e ridurre il rischio di trasmissione virale in queste coppie. In questa situazione, possiamo consigliare correttamente gli uomini affetti da HIV e HCV delle SDC riguardo alla probabilità di generare il proprio figlio biologico.

 

Per approfondire :

https://doi.org/10.1111/andr.12623



Un caro saluto, Dr. Andrea Militello

 

"..Continua la lettura di altri articoli"